Wool Origin
Athlete: Tasmanian Merino Sheep
Photo: Franz Walter

PARADISO NATURALE TASMANIA

IL PAESE D’ORIGINE DELLA NOSTRA LANA

In Tasmania le pecore vivono in un ambiente davvero unico. L’isola originaria, situata 240 km a sud dell’Australia, ti aspetta con la miglior aria del mondo ed è soprattutto una cosa: verde. Lo stato federale australiano, la cui superficie ha le stesse dimensioni della Baviera, ospita oltre 500.000 persone, e anche tre milioni di pecore Merino.
Il paese d’origine della nostra lana è situato al centro di un vero paradiso naturale. L’aria è pulita,

 il cibo per gli animali è ricco e il clima è temperato: questo è il luogo d’origine della lana Merino migliore del mondo. Circondata da migliaia di chilometri d’acqua e lontana da centri industriali in Tasmania viene regolarmente riscontrata la miglior qualità d’aria del nostro pianeta. Diciannove parchi nazionali offrono rifugio a tutto ciò che cresce, vive e prospera sull’isola, tra l’altro anche a 1.500 tipi di piante endemiche.

  • Un'isola colma di ricchezze
  • Un'isola colma di ricchezze
  • Un'isola colma di ricchezze
  • Un'isola colma di ricchezze

UN’ISOLA COLMA DI RICCHEZZE

Montagne selvagge si alternano ad ampie distese collinose a prato ricche di alberi d’eucalipto, terreni arbustivi e pascoli. La parte occidentale dell’isola è quasi inaccessibile. Non esistono sentieri che conducono alle vette rocciose e selvagge spesso coperte di neve fino all’inizio dell’estate. E anche nell’estate tasmaniana si viene accolti da una ventata gelida sul viso.  

Il clima in Tasmania è una questione a parte: il concetto di “Roaring forties” potrebbe già essere noto a qualcuno e indica i temuti venti occidentali in grado di colpire l’isola con furore, ma contemporaneamente  anche responsabili per l’aria pulitissima dell’isola.

In Tasmania, come anche in Europa, ci sono quattro stagioni: e le si può vivere tutte nella stessa giornata, come sostengono alcuni abitanti non senza un sorriso. I mesi da dicembre a marzo sono quelli più caldi con una media di 21° Celsius. I mesi invernali sono quelli più ricchi di pioggia, durante i quali anche i venti dell’Antartide spazzano sull’isola. Durante tutto l’anno però il mare svolge la funzione di condizionatore così in estate il caldo non è così intenso, ma l’inverno non è nemmeno estremamente freddo. 

  • Scorpi l'origine

LE PECORE MERINO L’AMANO

Un ambiente ideale per gli animali è la parte orientale dell’isola che è più simile a un verde altopiano: la Tasmania è il paese dei marsupiali. Qui vivono wombat, diversi tipi di canguro e il famoso Diavolo della Tasmania. E naturalmente ci sono pecore dappertutto, a perdita d’occhio. Gli ampi e ricchi pascoli garantiscono fonti di foraggio ricche di proteine per tutto l’anno e illimitata libertà di movimento per gli animali in un ambiente naturale.
Proprio qui vivono le nostre pecore Merino in un isolamento impareggiabile. I greggi di pecore, composti da ca. 10.000 animali, vedono in media soltanto due o tre persone l’anno, per il resto vivono in modo autonomo tra prati verdi circondati da ricchi pascoli erbosi, circondati da grandi alberi d’eucalipto.

Le condizioni naturali della Tasmania sembrano fatte apposta per garantire una vita tranquilla alle pecore. L’isola è così inseparabilmente legata alla storia della lana che abbiamo descritto, una storia che dura ancora oggi.


LE PERFETTE CONDIZIONI PER LA LANA PIÙ RAFFINATA

Le perfette condizioni oer la lana più raffinata
Le perfette condizioni oer la lana più raffinata Le perfette condizioni oer la lana più raffinata

Nelle farm dalle quali ORTOVOX ricava la sua lana le pecore trovano un ambiente completamente naturale con ricche fonti di foraggio. Questo è solo uno dei motivi per cui la Tasmania produce la migliore qualità di lana del mondo:

le pecore Merino conducono nelle farm una vita davvero rilassante: i loro compiti quotidiani consistono nel mangiare più erba possibile, mantenersi in forma e far crescere la loro lana.

Sono davvero le condizioni di vita in Tasmania ad essere responsabili per la qualità eccezionale della lana. Le pecore Merino godono di spazi pressoché illimitati e trovano fonti di cibo naturali e a sufficienza come pascoli particolarmente ricchi di proteine. Il clima è temperato: gli inverni non sono particolarmente rigidi, anche il caldo estremo è piuttosto raro. Questi fattori comportano una crescita equilibrata e particolarmente stabile delle fibre. Pecore felici danno ottima lana. Lo stesso principio viene adottato per le mucche bavaresi dall’altra parte del mondo.

Le pecore Merino vengono originariamente dall’Africa settentrionale, nel corso del Medioevo sono giunte in Spagna e da lì (dopo un lungo soggiorno dovuto probabilmente anche a un “divieto di esportazione”) attraverso la Germania si sono diffuse in tutto il mondo. Queste pecore dalla lana raffinata sono poi giunte insieme ai coloni europei fino in Tasmania dove oggi vive la maggior parte delle pecore Merino esistenti al mondo.

Da 180 anni in Tasmania si investe molta energia e molte conoscenze allo scopo i migiorare l’allevamento.  Così nel corso dei decenni sono state create razze di pecore produttrici di lana di qualità molto fine e non lacerabile. Inoltre la ricerca è un modo per combattere il famigerato metodo del mulesing: lo scuoiamento della pelle della zona anale e perianale degli animali nella quale possono annidarsi pericolose larve di mosca non viene praticata in nessuna delle farm da noi selezionate. Al suo posto i farmer puntano anche qui sull’allevamento. In molte delle pecore Merino di oggi questo surplus di pelle, causa di tanti problemi, non cresce affatto, e ciò rende anche la tosatura molto più facile.

  • Un paio di fatti e un aneddoto

Un paio di fatti e un aneddoto

I nostri produttori di lana bianca a quattro zampe sono dei veri professionisti per quanto riguarda resistenza e adattamento al pascolo e sono eccezionali quando si tratta di andare a piedi. Si adattano con molta facilità e non hanno problemi con i cambiamenti repentini delle condizioni metereologiche del loro paese.

Sommando tutte le pecore che vivono nelle sei “farm ORTOVOX” si raggiunge velocemente la cifra di 60.000 pecore Merino, il numero delle pecore varia sempre a seconda della quantità di pioggia caduta nell’anno passato. Bisogna sempre essere sicuri di avere a disposizione sufficiente foraggio per tutte le pecore.

Così possiamo utilizzare per la nostra mountainwear fino a 360.000 kg di lana all’anno.  Volendo essere assolutamente precisi un’unica pecora è in grado di correggere verso l’alto questa media. Ogni tanto una pecora Merino si perde nelle enormi distanze del pascolo a sua disposizione. Quando viene ritrovata (alle volte anche dopo anni) deve essere per prima cosa liberata dal suo carico di lana. Questo è successo, ad esempio, al povero Chris in Australia che dopo anni di “vita spericolata” è stato liberato di 40 kg di lana in una volta sola. Chris è passato così alla storia come la pecora con più lana del mondo. 

  • Un paio di fatti e un aneddoto

Solitamente le pecore Merino producono tra i due e i quattro chili di lana (lavata) all’anno. Gli high performer producono fino a dieci chili di lana Merino, le nostre farm fanno registrare di norma circa sei chili di lana per ciascuna pecora. Le pecore devono essere tosate almeno una volta all’anno dato che la lana non smette mai di crescere nel corso della vita di una pecora (vedi Chris). Un vello massiccio può avere conseguenze spiacevoli come ad esempio accumulazione di calore, difficoltà di movimento e anche cecità.

Da 200 anni la gente in Tasmania vive con e grazie alle pecore. Sa bene come possa essere crudele la natura. Perciò sa anche quanto sia importante coltivare la terra in modo sostenibile e trattare i propri animali e la propria terra in modo responsabile!”


MOLTI MILIONI DI ANNI DI TEMPO PER LO SVILUPPO

Molti milioni di anni di tempo per lo sviluppo
Molti milioni di anni di tempo per lo sviluppo Molti milioni di anni di tempo per lo sviluppo

In Tasmania sfruttiamo le condizioni naturali più idonee per lavorare la lana Merino migliore: la natura locale assicura un ambiente ideale per le pecore e per la loro lana. Perché la natura ha realizzato nel corso di milioni di anni ciò che gli uomini stanno tentando soltanto da poche centinaia di anni: la creazione di una fibra perfetta. La lana Merino tasmaniana è considerata particolarmente pregiata perché qui tutte le condizioni sono decisamente favorevoli. Gli animali hanno sufficiente erba fresca, grande libertà di movimento e vengono trattati con estrema cura.

ORTOVOX riceve la sua lana da sei farm selezionate in Tasmania gestite dalle rispettive famiglie già da molte generazioni. Sapere però che la nostra lana proviene dalle pecore Merino tasmaniane non ci basta. Dialoghiamo costantemente con i farmer e nel corso delle quattro visite da noi fatte finora abbiamo avuto l’occasione di dare un’occhiata dietro le quinte e sotto la lana e di convincerci da soli del benessere delle pecore. I farmer godono della nostra più completa fiducia e noi lavoriamo e ci vestiamo con la loro lana in piena coscienza. Perché: se le pecore stanno bene anche la loro lana sarà d’ottima qualità. Ma cosa significa davvero lana d’ottima qualità? Da dove proviene? Qui puoi trovare le risposte alle tue domande.

  • Impercettibile

    IMPERCETTIBILE

    La qualità della lana viene generalmente misurata in base alle fibre. Tanto più fini sono le fibre tanto maggiore è la qualità e il prezzo della lana che sarà anche meno irritante sulla pelle. Lo spessore delle fibre della lana Merino viene misurato in micron che corrisponde a un millesimo di metro (= 0,001):

    ultrafine: meno di 16,5 micron
    superfine: da 17 a 18,9 micron
    fine: da 19 a 21,9 micron
    medium: da 22 a 23 micron
    strong: da 24 a 25 micron

    Un tipo di lana ancora più fine della lana Merino proviene soltanto dai conigli d’angora con fibre da 12 a 16 micron. Tipi di lana comparabili, tuttavia con  uno spessore maggiore delle fibre, sono ad esempio il cashmere, la lana di cammello, di alpaca e la lana di yak.

  • L’EVOLUZIONE DELLA LANA

    È per lo più bianca, può essere però anche nera o marrone. Se fa caldo ha un effetto rinfrescante, se fa freddo, invece, riscalda. Parlando di lana intendiamo quindi le fibre più morbide del vello (non le fibre lunghe in superficie) soprattutto di quello delle pecore. La lana cresce, cresce e ricresce ed è così un prodotto sostenibile al 100% utilizzato già dal 4000 avanti Cristo. Le fibre sintetiche e il cotone appartengono ai “concorrenti” più importanti della lana che però non ha perso finora nulla del suo potere economico.

    L'évulozione della lana
  • Cos'é la lana

    COS’È LA LANA

    Un tempo la lana utilizzata nel settore sportivo (alpinismo) era sì calda, ma irritava la pelle, una volta bagnata si asciugava lentamente ed era davvero poco attraente anche dagli altri punti di vista. Tuttavia si trattava qui di lana “normale” di altre razze di pecore, non di pecore Merino. Quella lana è due volte più spessa di quella dei nostri amici a quattro zampe della Tasmania.

    Oggi e naturalmente anche da ORTOVOX le fibre di lana finissime delle pecore Merino vengono utilizzate soprattutto per la biancheria intima e per tessuti a diretto contatto con la pelle.

Come fa la lana di pecora a raggiungere il ciclo di produzione?

Per ricavare la lana e per la sua ulteriore lavorazione le pecore vengono tosate due volte all’anno, da qui il nome lana di tosa (lana vergine). Una vera differenza tra la lana di tosa e la lana Merino in verità non esiste, il primo termine descrive il modo in cui è stata ottenuta, mentre il secondo si riferisce alla razza delle pecore e al tipo di lana. La lana di tosa in senso stretto si riferisce all’origine diretta della lana dall’animale vivo, dunque è nuova e non deriva da prodotti riciclati.

  • Caratteristiche della nostra lana Merino

Caratteristiche della nostra lana Merino

La fibra funzionale più naturale del pianeta cresce senza influenze esterne per tutto l’anno. La lana Merino è un prodotto di acqua, aria ed erba; volendola compostare sarebbe biodegradata in tre mesi e quindi completamente cancellata dalla faccia della terra. Fibre prodotte sinteticamente non potrebbero davvero farcela.

La lana Merino è di ottima qualità quando è così sottile da non irritare la pelle, quando è uniforme e stabile al punto che le fibre sottili non si strappano e quando è così pura da non rendere necessari né acqua né sapone per pulirla.

Il motivo per cui la nostra fibra preferita è un miracolo di funzionalità lo si riconosce al meglio dando un’occhiata ai suoi “valori intrinseci”: Il nucleo della cellula assicura l’azione traspirante e l’assorbimento dell’umidità, la superficie invece è idrofila così la pelle rimane asciutta. La struttura delle molecole proteiche interne distrugge i batteri prima che questi possano causare cattivi odori. Il nucleo ha una forma ad ellissi che rende elastica la lana. La sua resistenza è merito della membrana cellulare costantemente sotto pressione. 

  • Torniamo alle pecore

Torniamo alle pecore

La lana Merino cresce in piccole ciocche molto fitte sulla schiena delle pecore. È fine, morbida, arricciata ad onda con una superficie squamata ed elastica. La fibra di lana consiste, come tutte le fibre animali, in un insieme di cheratina e proteine. Il segreto delle sue proprietà si trova nell’efficienza delle fibre stesse.