Coping wiht moth bites
Athlete: Merino Mountainwear
Photo: ORTOVOX

Luogo del reato: l’armadio

Cosa fare in caso di tarme?

Coping with moth bites
Coping with moth bites Coping with moth bites

Sono gialle, amano i luoghi scuri con una piacevole temperatura di 24°, sono grandi appena un centimetro e fanno un sacco di guai: seminano scompiglio nell’armadio soprattutto nel periodo che va da maggio ad agosto. Stiamo parlando delle tarme: si alimentano soprattutto di fibre di cheratina, dunque di lana, peli e piume. Cosa si può fare quando uno dei tuoi amati prodotti ORTOVOX è stato rosicchiato?

Primo passo: Trova le radici del male.
Quali tessuti sono stati colpiti: Osserva attentamente se ci sono buchi, uova o larve.

Secondo passo: Pulisci accuratamente tutte le crepe e le fessure dell’armadio.
Tira fuori l’aspirapolvere e passalo dappertutto. Si dovrebbe passare uno straccio bagnato soltanto se poi l’armadio può essere ben ventilato.

Terzo passo: Pulisci i tessuti.
Comincia battendo, poi pulendo con l’aspirapolvere e quindi procedi con il lavaggio.

Quarto passo: Dopo aver pulito i tessuti spiegali al sole.
Le tarme odiano la luce e i raggi diretti del sole sono dei killer potenziali per le pericolose larve e per le loro uova.

Quinto passo: Occupati dei tessuti non lavabili.
Impacchetta tutto e sottoponi il tutto più volte a caldo e freddo estremo. Per esempio nel freezer durante la notte oppure il forno (60 minuti a 70°C).

Ma puoi anche prendere dei provvedimenti preliminari: arieggiare regolarmente i capi d’abbigliamento e gli armadi può evitare il peggio. Anche il legno di cedro e i fiori di lavanda fanno un ottimo lavoro se vengono messi nell’armadio.