Nessun segnalibro
Amputazioni
Amputazioni

Amputazioni

Nelle arrampicate il rischio di amputazione è maggiore rispetto ad altri tipi di sport alpini, ciò rimane tuttavia un evento piuttosto raro.

Passo 1: Valutare la dinamica dell’incidente

Prese per le dita, diverse tecniche di ancoraggio o manovre estremamente pericolose come afferrare inavvertitamente i ganci dall’interno: scivolando con uno o con entrambi i piedi sulla roccia si corrono diversi rischi di incorrere in ferite da avulsione.

Particolarmente a rischio sono le dita della mano che, in caso di caduta imprevista, non sono in grado di reggere l’intero peso del corpo.

Passo 2: Eseguire la fasciatura compressiva

In caso di ferita con amputazione l’operatore di primo soccorso dovrebbe per prima cosa aiutare la persona ferita. L’operatore di primo soccorso deve calmarla e bendare il moncone con una fasciatura compressiva. Per eseguire la fasciatura é opportuno indossare i guanti monouso.

Anche se la ferita aperta inizialmente non sanguina molto deve essere ugualmente eseguita una fasciatura compressiva. Frequentemente la forte emorragia avviene con un po’ di ritardo. 

Passo 3: Applicare la fascia a tracolla

Dopo aver eseguito la fasciatura il braccio può essere poggiato in una fascia a tracolla per proteggerlo e tenerlo al caldo.

Passo 4: Mettere in condizioni di trasporto la persona che ha subito l’amputazione

La parte amputata (ad es. il dito staccato) dovrebbe essere avvolta, all'asciutto, in una compressa di garza sterile e messa in un sacchetto impermeabile chiuso con un nodo (ad es. nel guanto monouso). Questo dovrebbe essere inserito in un secondo sacchetto più grande (es. un altro guanto monouso) che, se possibile, dovrà essere riempito con acqua fredda o del ghiaccio e quindi chiuso.

Ortovox fa uso di cookies per adattare nel miglior modo possibile il suo sito Internet alle esigenze dei visitatori. Se continui a navigare su questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Accetto